STREET ART FOCUS vivere l'arte urbana nei luoghi pubblici
 
FlegreaPhoto

STREET ART FOCUS vivere l’arte urbana nei luoghi pubblici


dalla sinergia tra l'Associazione
Flegrea PHOTO ed il Touring Club Giovani Campania nasce "STREET ART FOCUS vivere l’arte urbana nei luoghi pubblici”, un progetto fotografico “itinerante” in alcuni dei luoghi più rappresentativi della Street Art a Napoli, dal centro storico fino alle sue periferie


tre diversi contesti urbani e tre diversi temi realizzati dagli street artist:

-       SCAMPIA ed i murales nel “Giardino dei Cinque Continenti e della non violenza”: L’arte come messaggio di pace
-    AREA FLEGREA, fermata EAv “Dazio” : l’arte nell’attesa del viaggio
-       SANTAFEDE LIBERATA ed Obla Fest 2020: l’arte e il suo divenire

 

I TRE ITINERARI prevedono UN INCONTRO PREPARATORIO con descrizione dei luoghi da visitare e suggerimenti per realizzare al meglio gli scatti fotografici che saranno realizzati nel corso dell’ITINERARIO nel weekend successivo | l’incontro è previsto nella sede di Flegrea PHOTO sita all’interno della Stazione MM di GIANTURCO (Napoli via Brin 2) | la quota di partecipazione per  ogni itinerario è di 8€ per i soci Flegrea PHOTO e TCI, 10€ per i non soci


tre modi di interpretare l’arte sociale e pubblica, in collaborazione con



16/10 INCONTRO illustrativo | 19/10 ITINERARIO fotografico |
 si parte dalla Periferia Nord di Scampia
dove il progetto di riqualificazione urbana  “Pangea” ha previsto anche la realizzazione di un murales di 120m da parte di Gianluca Raro, Fabio Biodpi e la “crew” di ragazzi del Gambia che hanno reso il proprio tributo a persone che hanno affrontato le ingiustizie con la pace e la nonviolenza, come Nelson Mandela o Rigoberta Menchù


[date da definire per novembre] il secondo itinerario coinvolge la periferia a ovest di Napoli
, dove avremo modo di vedere come l’arte urbana possa contribuire a riqualificare lo spazio pubblico, rivolgendo la nostra attenzione alle opere di Fabio Petani, alla stazione dell’EAV di Dazio


[date da definire] il terzo itinerario è lo spazio sociale di Santa Fede Liberata
, che dedica all’arte urbana una sua specifica dimensione, nella quale la fotografia può porsi come interprete del “fare” artistico degli street artist, illustratori e muralisti coinvolti, un work in progress che lentamente prende forma negli scatti dei partecipanti, pienamente coinvolti in questa osmosi creativa

 

 

 

 

 

-.